Calcio. Il Valdiano cade nella prima uscita in Coppa Italia. Vince la Calpazio 2-1

valdiano evidenzaParte con il piede sbagliato la stagione del Valdiano che nella Coppa Italia riservata alle squadre dei due principali tornei regionali, Eccellenza e Promozione, cede di misura (2-1) sul campo di una formazione come la Calpazio di categoria inferiore. E dire che la sfida giocata a Capaccio si era messa bene per i ragazzi di Manfredini, passati in vantaggio con uno dei volti nuovi di quest’annata sportiva, l’attaccante Santonocito. Ma già nella prima frazione i capaccesi hanno operato il sorpasso con una doppietta di Carbonato. Risultato che poi non è mutato nel corso della ripresa.

Una sconfitta che mette seriamente a rischio la possibilità di superare questo primo turno della manifestazione tricolore. Infatti alla Calpazio basta un punto nel turno di mercoledì con il Buccino, altra squadra inserita nel girone, per tagliare fuori dai giochi gli azulgrana. Di certo bisogna dire che la Coppa Italia non rientra negli obiettivi del club caro al patron Carmine Cardinale, ma perdere non fa piacere e farlo con una squadra di una categoria inferiore ancora di più. Questo passo falso può avere effetti positivi se il tecnico Manfredini è riuscito a cogliere i lati dove intervenire, anche perché qualcosa bisogna fare per non vanificare la salvezza ottenuta con i denti nel passato torneo.

Ovviamente ora l’attenzione è rivolta alla prima di campionato in programma domenica 11 settembre contro la matricola Nola del tecnico Agovino. Matricola solo sulla carta, perché i bianconeri sono rientrati nel gotha regionale solo quest’anno, ma non per il passato blasonato del club che già in Coppa ha fatto capire di essere pronto a recitare un ruolo da protagonista. Questa gara, come annunciato dal dg Vertucci e dal segretario Di Gruccio, si giocherà al “San Giovanni” di Sassano, nuova sede per Giordano e soci almeno per i prossimi due mesi di campionato.

– Gerardo Lobosco – 


 

Calcio a 5. Inizio da incubo in Coppa Italia per il Futsal Claravì

Dopo 5 anni il PalaZingaro ritorna a respirare aria di calcio a 5 d’Elite, e lo fa con il Futsal Claravì Sala Consilina, compagine  fresca di ammissione al massimo torneo regionale di serie C1.

Il debutto c’è stato con la gara di andata del primo turno di Coppa Italia, sul parquet amico, al cospetto della corazzata Real San Giuseppe guidata dal tecnico Gianpaolo Barbato, ritornato a Sala Consilina nelle vesti di ex, dopo la positiva esperienza vissuta qualche anno fa con lo Sporting poi promosso in serie B.

L’impatto con la nuova realtà per il team salese è stato da incubo: troppa e tanta la differenza di valori che alla fine si è palesata con un pesante passivo rimediato dai ragazzi del tecnico Domenico Rosciano, i quali hanno perso 10-1. Una sconfitta maturata non solo per il  diverso spessore tecnico esistente tra le due, ma anche dalla diversa condizione fisica dei protagonisti, in campo con la formazione vesuviana già apparsa in palla.

Il team caro al presidente Vincenzo Spinelli, invece, è arrivato con meno di due settimane di lavoro e con i due stranieri il portoghese Neves e il brasiliano Trica, aggregati al gruppo da pochi giorni. Un organico che deve essere ancora completato con l’arrivo dell’argentino Galinanes e con il rientro di Bruzzese. Di certo l’impatto con il difficile torneo è stato negativo, ma il Real San Giuseppe era l’avversaria peggiore da affrontare nella prima uscita stagionale.

Nonostante il passivo subito a doppia cifra dalla squadra salese, in casa del team giallo nero il clima è apparso tranquillo come testimoniano le parole registrate nel post partita da parte del patron Spinelli e dell’allenatore Rosciano: “Il Real San Giuseppe è la squadra che punta alla serie B, abbiamo retto il confronto per una frazione di tempo poi è venuta fuori anche una migliore condizione che associata ad una tecnica di primissimo livello ha finito per penalizzarci in modo troppo pesante. Di certo non era la Coppa Italia il nostro obiettivo, ora dobbiamo pensare alla prima di campionato che parte sabato 10 settembre e contro il Benevento con una settimana in più nelle gambe e con il rientro anche di qualche assente potremo fare senz’altro meglio”.

Spinelli ha invitato i tifosi a stare vicino ai ragazzi: “Oggi ho visto gli spalti gremiti spero che anche con l’inizio del campionato ci sia lo stesso entusiasmo, il campionato è difficilissimo e il sostegno dei tifosi è indispensabile. La sconfitta con il Real San Giuseppe è già alle spalle, la mente è proiettata al match con i sanniti del Benevento e sono certo che vedremo un Claravì diverso”. La società, intanto, per le gare di campionato ha stabilito il costo del tagliando di ingresso fissando al prezzo a 3 euro.

– Gerardo Lobosco –


 

Calcio a 5. Il Futsal Claravì piazza un altro botto di mercato. Preso Galinanes

Fecundo Galinanes

Alla vigilia del debutto in Coppa Italia che avverrà sabato 3 settembre alle ore 15 sul parquet amico del PalaZingaro di Sala Consilina, il Futsal Claravì del presidente Vincenzo Spinelli, dopo gli arrivi del portoghese Neves, che già da qualche giorno lavora insieme ai compagni agli ordini del tecnico Domenico Rosciano, e del brasiliano Pietro Carvalho Trica, che da domani si aggregherà ai compagni, ecco l’annuncio dell’ultimo colpo di mercato: l’arrivo nella famiglia giallonera dell’argentino Facundo Galinanes, pivot di grande talento con esperienze già in Italia in diversi club.

Per vederlo giocare, però, bisognerà attendere ancora qualche settimana, infatti scenderà in campo con il team salese non prima di una ventina di giorni. Quello di Fecundo Galinanes è considerato da tutti gli addetti ai lavori che seguono le vicende del Futsal un vero e proprio innesto di grande profilo e di questo ne è consapevole anche il presidente Spinelli. “E’ un giocatore di grande qualità. – dice Spinelli – Con Fecundo ho inteso fare un regalo al mister Rosciano, mettendogli a disposizione un protagonista non solo di categoria superiore avendo calcato palcoscenici prestigiosi, ma anche di grande esperienza che potrà aiutare la squadra a raggiungere al più presto l’obiettivo salvezza. Con le sue qualità tecniche sono certo che riuscirà a deliziare i nostri tifosi”.

E’ stata una trattativa condotta con grande abilità dal patron Spinelli, che si è chiusa in modo positivo. “E’ stata un’operazione lampo, – continua Spinelli – il giocatore pur avendo altre offerte da categorie superiori ha sposato da subito con entusiasmo il nostro progetto e non vede l’ora di giungere in Italia per aggregarsi ai compagni e contribuire a centrare gli obiettivi prefissati. Personalmente mi aspetto molto da questo autentico top player del calcio a 5”.

Intanto ora l’attenzione è rivolta alla gara di sabato con il Real San Giuseppe dell’ex tecnico Gianpaolo Barbato, che aprirà ufficialmente la stagione del Claravì. Ed il presidente Spinelli invita i tifosi a gremire gli spalti per stare al fianco di Marcigliano e soci in questa nuova avventura. Intanto il dg Nicola Daralla ha lanciato anche un hashtag molto significativo: #tifiamomanonoffendiamo.

– Gerardo Lobosco – 


 

Calcio. Con una suggestiva cerimonia al CONI varati i calendari di Eccellenza

Con una cerimonia davvero inedita per il calcio dilettantistico della Campania, presso la sede regionale del CONI, si è alzato il velo sul prossimo campionato di eccellenza.

Con Cosimo Sibilia nel duplice ruolo di padrone di casa quale presidente regionale del CONI e di Commissario straordinario della Federcalcio Campania, in stile serie A, alla presenza di tutti i rappresentanti dei 32 club che prendono parte al massimo torneo regionale, è stato varato il calendario dei due gironi.

In quello B sono inserite: sette formazioni della provincia di Salerno, due avellinesi e sette della provincia di Napoli che presenta squadre anche nell’altro raggruppamento. Per il terzo anno consecutivo ai nastri di partenza dell’eccellenza c’è il Valdiano del patron Carmine Cardinale, che nella sede napoletana del CONI era rappresentata dal segretario Carmine Di Gruccio e dal direttore sportivo Pierangelo Trezza.

Il campionato parte l’11 settembre per concludersi dopo 30 giornate il 23 aprile 2017. Sono previste tre soste: due settimane a cavallo tra Natale e capodanno e l’altra in occasione della penultima giornata per Pasqua.

Il Valdiano, del riconfermato tecnico Manfredini, debutta in casa contro la matricola, ma dal blasone consolidato, Nola. Un’altra new entry, nella seconda giornata si va in Irpinia sul campo della ripescata Solofra. Alla terza sfida con il Faiano del D.G. Mario Bracco di Polla. Altro derby provinciale alla quarta con un’altra ripescata, la Battipagliese, che dopo un anno di purgatorio riparte dall’Eccellenza. Alla quinta arriva una delle favorite alla vittoria finale, il Sorrento, mentre l’altra pretendente al salto in serie D che è l’Ebolitana di Nastri, sarà affrontata da Giordano e soci alla 12esima, il 27 novembre, sempre sul campo amico. Il girone d’andata si chiude il 18 dicembre rendendo visita agli irpini del San Tommaso.

Cosimo Sibilia

A commentare il calendario i due dirigenti azulgrana Di Gruccio e Trezza che, all’unisono, hanno accolto con favore l’impatto con la nuova stagione : “Di certo ci poteva andare peggio come nella passata stagione quando avemmo un inizio da far tremare i polsi, questa volta l’urna o meglio il cervello elettronico del computer ci ha dato una mano riservandoci nelle prime due uscite due matricole, ma questo non deve indurci ad essere tranquilli, nel torneo di eccellenza non esistono gare facili e questo lo sanno il mister Manfredini, ma  anche i ragazzi che nella passata annata hanno centrato la salvezza soltanto dopo aver vinto i play out. Giocare in casa la prima comunque può essere visto come un segnale favorevole da sfruttare al meglio”.

Intanto il segretario Di Gruccio ha reso noto che il Valdiano ha scelto il “San Giovanni” di Sassano quale sede per le gare casalinghe: “In quest’impianto giocheremo per almeno due mesi poi saranno valutate altre soluzioni non escludendo qualche puntata al “Vertucci” di Teggiano che sarà comunque il campo interno per le gare della Juniores”.

Ed in attesa che prenda il via il campionato la stagione ufficiale si apre come di consueto con la Coppa Italia. Il team di Manfredini, inserito nel girone con Calpazio e Buccino, giocherà la prima giornata a Capaccio con la Calpazio. La gara è in programma domenica 4 alle ore 17. Intanto proprio in vista di questa sfida nella manifestazione tricolore è previsto per giovedì 1 settembre un test amichevole con i lucani del Lagonegro sul campo di Casalbuono. Un’altra tappa di avvicinamento alla nuova annata davvero alle porte.

– Gerardo Lobosco –

Leggi e scarica il calendario di Eccellenza 2016


A Villammare Gianni Rivera presenta il suo libro autobiografico

Gianni Rivera, il Golden Boy o l’Abatino, il primo Pallone d’Oro del calcio italiano, è stato senz’altro l’ospite di maggiore spicco nella rassegna cinematografica riservata ai corti che, giunta alla 15esima edizione, ha chiuso i battenti sabato nel suggestivo scenario della piazza di Portosalvo a Villammare.

Rivera nell’occasione ha avuto modo di far conoscere ai tanti intervenuti la sua opera biografica corredata da tante inedite foto che ripercorrono la sua vita da calciatore, dagli albori ai giorni nostri. Una scelta fatta di concerto con la moglie che ha curato l’aspetto grafico e la copertina, rigidamente in rossonero.

Sul palco del Villammare Film Festival, Gianni Rivera spiega i motivi per cui ha deciso di mandare in stampa questo libro che pesa oltre 4 chili: “Abbiamo deciso di mettere insieme tutto questo materiale per lasciare un segno tangibile e lanciare un messaggio agli amici e a quanti vogliono sapere qualcosa di più preciso sulla mia vita di calciatore prima e di politico poi. E’ anche il racconto di un’epoca e di un periodo dal dopoguerra in poi, dal momento in cui ho cominciato a giocare a calcio fino a quando ho smesso. Un lavoro certosino portato avanti da mia moglie Laura, che ha raccolto tutto il materiale fotografico conservato gelosamente da mio padre che amava il calcio e avrebbe voluto giocare, ma non essendoci riuscito ha trasmesso a me la passione per il pallone”.

Un lavoro molto bello in un volume che, a dispetto del peso di oltre 4 chilogrammi, è piacevole da leggere perché corredato da tante immagini e da brevi racconti con tanti aneddoti che hanno caratterizzato la carriera del campione. Proprio il peso del volume ha indotto la famiglia Rivera a non metterlo in vendita nelle librerie, ma solo on-line attraverso il sito che porta il nome del campione www.giannirivera.it.

Rivera, nel centro rivierasco di Villammare, è stato premiato dal patron del festival Alessandro Cocorullo, tra l’altro tifosissimo del Milan e suo grande estimatore, con una targa in ceramica prodotta da un artigiano del Golfo di Policastro. Rivera si è poi concesso con garbo e disponibilità ai tanti presenti per foto e autografi, non solo a quanti  hanno avuto modo di apprezzarne le sue doti di calciatore negli anni ’60 e ’70, ma anche a tanti giovani che lo conoscono per la sua immutata fama di calciatore sopraffino.

Nonostante negli ultimi anni la sua vita sia stata caratterizzata da un impegno politico attivo, in Parlamento per 4 legislature, è rimasto al fianco dello sport come dimostra l’incarico che attualmente ricopre in ambito federale come responsabile del settore tecnico.

– Gerardo Lobosco – 


 

Calcio. Il Valdiano cede di misura (2-1) nel test con l’Ebolitana

Per il Valdiano, dopo due settimane di lavoro, è arrivato il primo valido test match contro una formazione di pari categoria come l’Ebolitana, indicata tra le altre come la squadra da battere nel prossimo torneo di eccellenza. “E’ stata una buona prova al di là del punteggio che ci ha visti uscire battuti di misura (2-1 reti di Altieri e Vitale per l’Ebolitana e il senegalese Guise Soulimane per il Valdiano) contro una formazione che presenta tanti elementi di categoria superiore, posso ritenermi soddisfatto della risposta dei ragazzi – dice in modo convinto il tecnico degli azulgrana Christian ManfrediniDopo un primo tempo nel quale abbiamo un pò sofferto le iniziative dell’Ebolitana, nella ripresa il gruppo ha mostrato anche trame interessanti e le forze fresche inserite hanno dato risposte positive. Di certo c’è ancora molto da lavorare, abbiamo almeno una decina di giorni a disposizione prima della gara di Coppa Italia per mettere a punto alcune sbavature e poi un’altra settimana prima del debutto in campionato”.

Sicuramente agli occhi dei molti tifosi e addetti ai lavori accorsi al “San Giovanni” di Sassano per assistere al test amichevole, non sarà sfuggito il fatto che esiste ancora qualche incertezza nelle geometrie tra i reparti, ma il gruppo appare ben coeso e questo lascia essere fiduciosi tecnico e  dirigenti, i quali, prima della sfida con i biancazzurri ebolitani, hanno annunciato l’ingaggio di cinque pedine e, tra questi, anche quelle dei due brasiliani: il difensore Paulucci, 19 anni, reduce dall’esperienza nell’eccellenza laziale e il 22enne attaccante Rodrigues, alla sua prima esperienza nel nostro paese.

Trovata l’intesa anche con due under, Lapadula (17 anni) e Ippolito (18 anni), giunti da Real Pontecagnano e Giffonese. Ha firmato con il club di patron Carmine Cardinale anche l’altro attaccante Santonocito, proveniente proprio dall’Ebolitana, ed appare in dirittura di arrivo sempre con lo stesso club, anche l’intesa con il portiere Davide Villani (25 anni), che in casa Valdiano conoscono bene, avendo l’estremo difensore già vestito la casacca del club azulgrana. Ora i dirigenti, con in testa il diggì Vertucci e la triade della direzione sportiva D’Aguanno, Di Gruccio, Trezza, sono concentrati per cercare di  mettere a disposizione di Manfredini almeno un altro paio di elementi, in particolare nel reparto avanzato e sulla mediana.

Il prossimo test giovedì 1° settembre, alla vigilia del debutto in Coppa Italia che avverrà sul campo della Calpazio domenica 4 settembre, potrebbe coincidere con l’innesto di altre pedine.

Intanto ora l’attenzione è rivolta a lunedì 29 agosto, quando nella sede del CONI regionale a Napoli, alla presenza del Commissario straordinario del Comitato regionale Cosimo Sibilia, si alzerà il sipario sui calendari della nuova stagione.

– Gerardo Lobosco –


 

Calcio a 5. Claravì Sala Consilina, al via la preparazione

Con l’inizio della preparazione, che si svolge sul campo amico del PalaZingaro a Sala Consilina, è partita la nuova stagione del Futsal Claravì del presidente Vincenzo Spinelli, che al suo quarto anno di vita approda per la prima volta al massimo torneo regionale: la serie C1.

Agli ordini del riconfermato tecnico Domenico Rosciano, al momento sono in 12 in attesa dell’arrivo dei due colpi di mercato già piazzati dal club giallo nero sul mercato estero. Il presidente Spinelli, di concerto con il dirigente Daralla e il tecnico, ha scelto due pedine di sicuro affidamento: il portoghese Lopes Neves e il brasiliano Pietro Carvalho Trica, 25 anni, centrale-laterale, dell’ex Olimpia Grosseto appena promossa in serie A2.

I due si aggregheranno al gruppo a fine mese, pochi giorni prima del debutto in Coppa Italia che è previsto per sabato 3 settembre davanti ai tifosi di casa contro il Real San Giuseppe, guidato da una vecchia conoscenza della torcida salese, Gianpaolo Barbato, già timoniere dello Sporting Sala Consilina in C1 e serie B.

I dirigenti salesi non sembrano fermarsi a questi due innesti, infatti il patron Spinelli ha fatto sapere di avere in canna un altro colpo che segue sempre la pista sudamericana, questa volta sulla sponda argentina, ma di certo ne sapremo di più nelle prossime settimane.

Intanto il tecnico Rosciano, al debutto in serie C1, appare fiducioso anche se consapevole delle insidie di un torneo che ha avuto modo di frequentare nei panni di calcettista. “Non sarà facile – dice il mister giallonero – Avremo di fronte squadre molto forti e con organici competitivi. Noi siamo una matricola, ma il lavoro che sta svolgendo la società è ammirevole. Abbiamo cercato di portare a Sala Consilina gli uomini giusti per non farci trovare impreparati all’appuntamento. Questi giorni di preparazione dovranno servire a trovare l’intesa tra i nuovi innesti. Il primo banco di prova sarà con la Coppa Italia, ma il nostro obiettivo resta il campionato nel quale cercheremo di ben figurare”.

Prosegue a buon ritmo anche la campagna abbonamenti e sono già diverse le tessere vendute per la nuova stagione che segna il ritorno di Sala Consilina nella serie C1 di calcio a 5.

– Gerarlo Lobosco –