Ernesto Dell’Isola e Maria Marotta, arbitri della sezione AIA di Sapri, promossi in Serie C

Maria-Marotta-di-Sapri ernesto dell isola

Grande soddisfazione a Sapri per la scelta dei vertici dell’AIA, Associazione Italiana Arbitri presieduta da Marcello Nicchi per indicare i nuovi arbitri da inserire nell’organico dei professionisti.

Due associati della sezione del Golfo di Policastro hanno ottenuto la promozione nel campionato di serie C: si tratta di Maria Marotta, 34enne di San Giovanni a Piro, già balzata agli onori della cronaca sportiva due anni fa per essere stata designata come arbitro internazionale del calcio femminile. Per lei ora è arrivato il grande salto tra i maschi con la promozione in Serie C dove tra l’altro sarà anche l’unico arbitro donna. Un vero privilegio per Maria Marotta, che nel corso degli anni ha mostrato di avere le qualità giuste per essere una valida protagonista anche nel mondo dei professionisti.

Promosso anche Ernesto Dell’Isola, 25 anni, che ha ottenuto il salto di categoria sempre in serie C e ricoprirà il ruolo di assistente.

Grande soddisfazione per la doppia promozione è stata espressa dal presidente della sezione di Sapri Franco Tulimieri, che ha indicato i due associati come esempio da seguire per tutto il movimento del mondo arbitrale del Cilento.

Gerardo Lobosco –

Annunci

Calcio. Nasce il Valdiano 2018, Pierangelo Trezza è il nuovo presidente

Parte ufficialmente il Valdiano 2.0. Dopo un decennio nel quale la Polisportiva Valdiano ha ottenuto buoni risultati non solo nel calcio, dove partita dalla seconda categoria è approdata al più prestigioso campionato regionale dell’eccellenza sfiorando nell’ultima stagione i play off, ma anche nel volley, spazio ora al Valdiano 2018. Questa la nuova denominazione dell’Associazione Sportiva nata in un uno studio notarile di Teggiano.

Alla presidenza è stato indicato Pierangelo Trezza. Dell’organigramma fanno parte Dario Tamburro, a cui va la carica di vice presidente, Rocco Di Gruccio come segretario, già addetto stampa, mentre Michele D’Elia sarà il cassiere. I consiglieri sono Piero Di Candia e Paolo Vertucci, già Direttore Generale del club. Al Valdiano 2018 innanzitutto va dato il merito di aver tenuto in vita un sodalizio che era giunto al capolinea. L’obiettivo è quello di dare nuova linfa al progetto che vede la squadra di calcio presentarsi per il quinto anno consecutivo ai nastri di partenza dell’eccellenza. Mai nessuna squadra del comprensorio valdianese, da quando nella stagione 1991/92 è stato introdotto questo campionato, è riuscita ad avere una presenza così costante nel prestigioso torneo regionale. Il compito che attende questi dirigenti, molti dei quali giovani alla prima esperienza, non è dei più agevoli, ma di certo va dato loro atto di aver intrapreso una sfida entusiasmante e per questo meritano un plauso ed un sincero in bocca al lupo.

Tra i primi impegni dei neo dirigenti c’è quello di avviare una concreta collaborazione con lo Sporting Sala Consilina del presidente Antonio Detta, per creare una sinergia con i tanti giovani calciatori in forza a questo organizzato club che ha fatto della propria “cantera” una fucina di valide promesse. Poi c’è la questione campo. Dopo una stagione trascorsa a peregrinare tra diversi impianti da Sant’Arsenio a Caggiano, da Sala Consilina a Casalbuono, si ritorna al vetusto “Antonio Vertucci” di Teggiano, sede questa che potrebbe essere cambiata in corsa nel caso in cui due strutture più moderne come il “Rossi” di Sala Consilina e il Centro Sportivo di San Rufo si rendessero disponibili. Ma il vero intento dei neo dirigenti, con l’ausilio degli amministratori di Teggiano, è quello della costruzione di una struttura sportiva ex novo.

Abbiamo lasciato per ultimo ma potrebbe essere, anzi a nostro avviso lo è, il primo argomento da trattare: la scelta dell’allenatore. Al momento sono al vaglio tre o quattro profili: Quintiero, fresco di patentino Uefa B, Incitti, ex Scafatese, De Stefano, ex Moliterno e Ciccio Tudisco, vecchia conoscenza dei tifosi azulgrana e protagonista della promozione in eccellenza. Per Tudisco si tratterebbe di un ritorno molto gradito anche ai tifosi che hanno apprezzato il suo lavoro. Ancora qualche giorno e sarà occupata anche questa importante casella che poi darà il via alle scelte di mercato con una squadra da costruire quasi per intero.

– Gerardo Lobosco –

Calcio.Angelica Parascandolo, originaria di Buonabitacolo, diventa campionessa d’Italia con il Pink Bari

pink bari 4

Angelica Parascandalo

Angelica Parascandalo, 18enne di Buonabitacolo, è la prima calciatrice del Vallo di Diano a fregiarsi del prestigioso titolo di Campionessa d’Italia di Calcio Primavera.

La giovanissima calciatrice ha mosso i primi passi sul campo del suo paese sotto l’attenta guida del bravo Christian Romano, prima di spiccare il volo verso la Puglia con la maglia del Pink Bari, società con la quale ha ottenuto il prestigioso traguardo e con la quale gioca da tre stagioni in Serie A.

“E’ stato un successo meritato – riferisce Angelica Parascandalo – in cuor mio me lo aspettavo questo risultato perché abbiamo dimostrato di avere le carte in regola per arrivare in fondo. I segnali sono apparsi evidenti fin dalla fase regionale dove abbiamo superato Trani e Lecce, per poi proseguire il nostro cammino superando la Res Roma e nel doppio confronto la Fiorentina e questo ci ha spianato la strada alla finale per la conquista del Tricolore dove abbiamo trovato la fortissima Juventus giunta allo stesso nostro traguardo dopo la vittoria con l’Inter”.

La gara decisiva si è giocata allo Stadio Bozzi di Firenze – spiega ancora Angelica – ed è stata una sfida entusiasmante e ricca di reti che si è chiusa al 93’ con la nostra vittoria per 4-3. Ora insieme alle mie compagne mi godo questo momento e rientrerò a Buonabitacolo per il meritato riposo dopo una stagione così intensa che ha avuto un epilogo straordinario”.

Angelica, ora attende anche la chiamata dalla Nazionale Under 19 che dal prossimo 8 luglio sarà in ritiro per affrontare la qualificazione all’Europeo di categoria. Oltre al calcio, Angelica è anche una brava studentessa e, alla ripresa dell’anno scolastico, dovrà affrontare l’ultimo anno di Liceo Sportivo.

Con grande gioia ha seguito la finale per l’assegnazione del tricolore Primavera il suo primo maestro Christian Romano: “Angelica ha meritato questo successo – spiega – per me non è una sorpresa la conosco fin da quando a soli 6 anni correva dietro al pallone. Il mio auspicio è quello che la strada tracciata da Angelica, possa essere seguita anche da tante altre ragazze del territorio dove il calcio femminile purtroppo stenta a decollare”.

– Gerardo Lobosco –

pink bari 2 PINK BARI pink bari 5


  • Leggi anche:

31/05/2017 – Calcio. Angelica Parascandolo, originaria di Buonabitacolo, conquista la serie A con il Pink Bari

Centinaia di piccoli calciatori protagonisti della prima edizione del “Torneo Città di Sala Consilina”

È stata una giornata all’insegna del calcio quella vissuta all’Osvaldo Rossi di Sala Consilina da centinaia di giovani calciatori in erba che si sono dati battaglia dalle prime ore dell’alba fino al tardo pomeriggio nel 1° Torneo calcio giovanile Città di Sala Consilina, promosso ed organizzato dalle due scuole calcio cittadine Cosilinum e Sport Zone.

Tre le categorie in campo: Primi calci con protagonisti nati negli anni 2009/10, Pulcini 2007/08 e Esordienti 2005/06. Nove le squadre che si sono affrontate; oltre alle due di casa, anche Boys Terzigno, Atletico Irno, Salus Teggiano, Alburni Sele Tanagro, Aquilotti Irno, Ariano Irpino, Ricigliano e Gelbison.

Soddisfatti, e non poteva essere altrimenti, per gli organizzatori in particolare per Salvatore Camporeale: “Abbiamo organizzato il tutto in meno di venti giorni e portare oltre 250 giovani calciatori non è stato semplice ma ci siamo riusciti e questo ci riempie di gioia. Di certo dopo questa prima esperienza cercheremo di fare meglio in futuro e presentarci alla prossima edizione ancora più organizzati”.

Anche Franco Femminella sottolinea quest’aspetto e invita tutte le realtà del territorio a collaborare per far decollare il Vallo di Diano anche a livello calcistico giovanile ed avere una vetrina più prestigiosa.

A fare gli onori di casa la delegata allo Sport del Comune di Sala Consilina, che ha messo a disposizione di questa festa del calcio l’impianto sportivo che purtroppo ancora deve essere ultimato nella parte che riguarda la tribuna: “Speriamo di completare in tempi rapidi l’impianto. Sulla giornata non posso che gioire e vedere tanti giovani cimentarsi con entusiasmo mi ha fatto emozionare. L’auspicio è quello che tale iniziative possano ripetersi con maggiore frequenza”.

La giornata si è chiusa con la consegna di targhe e medaglie per tutti partecipanti. Tra gli esordienti si è imposto l’asd Cosilium che ha superato 2-1 il Sele Alburni Tanagro. Tra i Pulcini il successo è andato al Boys Terzigno che ha superato 1-0 lo Sport Zone, mentre nei Primi calci, ad imporsi è stato il l’Alburni Sele Tanagro, affiliata alla Salernitana 1919, che ha superato 2-1 la Boys Terzigno.

Gli organizzatori hanno dato appuntamento alla prossima edizione nel 2019.

– Gerardo Lobosco –

  

Sassano: “Lo sport che unisce” al centro del convegno in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato

L’importanza dell’integrazione dei tanti migranti dell’Africa sub sahariana, che grazie allo sport ed in particolare al calcio hanno avuto la possibilità di integrarsi con le realtà della zona a sud di Salerno, è stata al centro del convegno dal tema “Lo sport che unisce” che si è tenuto presso il Cine Teatro Totò di Sassano, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato.

E utilizzando lo sport come mezzo di integrazione, sono emersi spunti di grande riflessione a partire dall’intervento del parroco don Vincenzo Federico, che dal 2011 è uno dei principali protagonisti ad essere sempre in prima linea nel dare il suo apporto nel discorso relativo all’integrazione.

Don Vincenzo, nel suo intervento ha rimarcato il concetto dell’integrazione in un momento in cui anche da parte di esponenti di primo piano del panorama politico nazionale arrivano segnali che vanno in direzioni opposte. “Lo sport ed in particolare il calcio – ha detto il parroco – con le esperienze dei campionati che vedono protagonisti tanti migranti sono la testimonianza diretta di quanto i territori e i giovani siano avanti nei processi di integrazione”.

Il delegato della Figc di Salerno Enzo Faccenda, ha dichiarato che dalla prossima stagione non saranno più tollerati episodi di razzismo e ingiurie nei confronti dei migranti assicurando il pugno severo. A fare gli onori di casa il sindaco di Sassano Tommaso Pellegrino che ha salutato con favore la scelta degli organizzatori di scegliere il suo comune come sede della seconda edizione del torneo Integration Cup che vede al via otto squadre di cui quattro composte da migranti minori non accompagnati.

Nel corso della serata coordinata con professionalità dalla giornalista Stefania Marino sono state consegnate targhe alle società che hanno schierato nei loro organici calciatori migranti ospiti delle diverse sedi Sprar, tra queste l’Asd Monte Pruno, Certosa di Padula, Sporting Sala Consilina, Rofrano, Real Palomonte, Atletico Montesano 2014, Polisportiva Marina, Buonabitacolo Soccer, Acquavella, Fi.Pe Pollese e Atletico Caselle.

Ha riscosso consensi anche il filmato che ha ripercorso il cammino dei Black Lions, la squadra interamente composta da migranti richiedenti asilo, che da due stagioni fa parte dei campionati della Federcalcio. Dopo il convegno la parola è passata al campo con le prime due gare del trofeo Integration Cup che vede il San Giovanni di Sassano quale proscenio di questa seconda edizione. La finale è in programma mercoledì 3 luglio.

– Gerardo Lobosco – 

Real Sassano, Sporting Sala Consilina, Sporting Valdiano premiate nel campionato di calcio

premiazione società calcistiche salernoCon una bella ed affollata cerimonia, presso il prestigioso saloneGirolamo Bottiglieri” della Provincia di Salerno, si è svolta la premiazione delle società calcistiche risultate vincenti nei vari campionati che fanno capo alla nostra provincia.

Una scelta quella di premiare le società al termine della stagione, che da qualche settimana con i play off, ha posto la parola fine all’annata sportiva 2017/18 è stata una novità assoluta arrivata su indicazione del delegato di Salerno Enzo Faccenda e sposata dal presidente del comitato regionale della FIGC Salvatore Gagliano, il quale l’ha rimarcato nel suo intervento. Inoltre Gagliano, confermando i buoni risultati ottenuti con la sua gestione partita con l’elezione avvenuta lo scorso dicembre, ha ribadito il proficuo lavoro di squadra svolto da tutte le componenti.

Alla cerimonia sono intervenuti i massimi rappresentanti dello sport come il delegato nazionale del Coni Gugliemo Talento, il Vicepresidente nazionale degli arbitri Narciso Pisacreta, oltre all’assessore allo sport del comune di Salerno Angelo Cammarano, mentre a fare gli onori casa il delegato allo sport della Provincia Pasquale Sorrentino.

Tra le società premiate del nostro comprensorio da segnalare il successo nel campionato juniores dello Sporting Sala Consilina del presidente Antonio Detta, rappresentato dall’allenatore Ambrogio Quintiero, fresco di patentino Uefa B. Al presidente Michele Di Sisti, del Real Sassano Piero Paciello, il compito di ritirare il trofeo e l’attestato per la vittoria nel campionato di Terza categoria.

Per il Futsal il prestigioso riconoscimento è andato allo Sporting Valdiano che si è imposto nel campionato di Serie D di calcio a 5. A ritirare il premio consegnato da Salvatore Gagliano, il presidente Giuseppe Pucciariello e il tecnico Gherardo Giordano. Nell’occasione sono stati consegnati anche gli attestati ai frequentanti il Corso per Dirigente Sportivo tra questi due giovani dirigenti del Valdiano, Piero Di Candia e Rocco Di Gruccio.

– Gerardo Lobosco – 

 

premiazione società calcistiche salerno2 premiazione società calcistiche salerno3

Calcio, il titolo di Eccellenza del Valdiano è salvo. In settimana nomine dei vertici e dell’allenatore

In un precedente articolo si paragonava in modo ironico la situazione del Valdiano calcio a quella del Governo del Paese, visti i tempi lunghi che sono stati impiegati per la composizione dello stesso, ma non si pensava che per arrivare a trovare la quadra del club azulgrana dopo l’inattesa crisi ci volessero tempi così dilatati. E’ trascorso ormai più di un mese e mezzo da quando il gruppo dirigente con in testa il patron Carmine Cardinale ha deciso di passare la mano, facendo balenare l’ipotesi di una possibile cessione del titolo verso altre realtà.

Scelta che aveva messo in allarme gli sportivi e i tifosi del territorio, in particolare di Teggiano. Poi fortunatamente l’ipotesi è stata scongiurata dal tentativo messo in atto dalla discesa in campo del Sindaco e dell’assessore allo Sport che hanno coinvolto un gruppo di giovani i quali hanno operato coinvolgendo alcuni imprenditori riuscendo così a salvare il titolo e garantire la partecipazione della squadra anche per la prossima stagione al campionato di Eccellenza per la quinta volta consecutiva.

Un altro dato emerso in questa fase di cambiamento ai vertici del club ha riguardato la nuova denominazione dell’associazione sportiva che diventa Valdiano 18. Intanto continua il feeling con patron Antonio Detta, dello Sporting Sala Consilina, per avviare una sinergia per il settore juniores.

Restano ancora da decidere le cariche societarie, a partire dalla scelta del presidente a quella di direttore sportivo, anche se questa casella appare destinata a Paolo Vertucci, e soprattutto quella dell’allenatore che dovrà costruire il nuovo organico. Secondo indiscrezioni questa potrebbe essere la settimana decisiva per far partire il nuovo corso del Valdiano 18.

– Gerardo Lobosco –