Calcio. Il Valdiano conferma la rosa, dal mercato dicembrino in arrivo un difensore e un under

Dopo il buon pareggio ottenuto con la capolista Audax Cervinara, in casa Valdiano si respira un clima di ritrovata fiducia e di ottimismo per riuscire a centrare il traguardo prefissato dai dirigenti alla vigilia di quest’annata sportiva: centrare una tranquilla salvezza.

Intanto tra pochi giorni, il 1° dicembre, parte la nuova finestra di mercato e a quest’appuntamento si guarda con interesse e preoccupazione in quanto le sirene che stanno arrivando da altri club per i calciatori più in vista (Coquin e Doukourè, finiti nel mirino di Agropoli e Battipagliese) potrebbero creare qualche problema. Ma dalla sede del club azulgrana della presidente Barbara Aumenta Sabia, attraverso il responsabile dell’area mercato Paolo Vertucci, arriva la dichiarazione che di certo tranquillizza i tifosi valdianesi: “Tutta la rosa al momento a disposizione del tecnico Salvatore Nastri è confermata e nessuno lascerà Teggiano, anzi, stiamo guardando con interesse per potenziare il reparto difensivo dove in questo momento siamo in numero ristretto e inoltre cercheremo di mettere a disposizione dell’allenatore anche un altro under nato nel 2001. Inoltre siamo soddisfatti del veloce inserimento, nei piani del tecnico, di Joff, che ha dato ordine al reparto mediano, e dell’altro under classe 2000 Gibba che contro il Cervinara ha mostrato di avere grandi potenzialità, anche se deve ancora migliorare tatticamente ma è sulla buona strada“.

Tra i nomi che circolano in queste ore c’è quello del difensore Francesco Bove, 25 anni, che già qualche stagione fa ha vestito la maglia del Valdiano e potrebbe arrivare con la riapertura del mercato, e si guarda con attenzione al rientro del centrocampista Farano, mentre sono sfumate le possibilità di vedere arrivare altri tre ex azulgrana: Puoli,Ietto e Costanzo.

Il presidente Pierangelo Trezza, inoltre, si è detto convinto che l’organico a disposizione è competitivo e che la squadra può centrare l’obiettivo senza ulteriori stravolgimenti: “Ci faremo trovare pronti se si presenta la giusta occasione ma per noi è fondamentale confermare questa rosa perché disponiamo di calciatori in grado di poter essere protagonisti in questa categoria”.

Intanto sabato si va sul campo della Palmese dei tanti ex, a partire dal tecnico Criscuolo, per passare a Cibelli, Della Femina, Siciliano e Sorriso, protagonisti fino a qualche mese fa con la maglia del Valdiano. Un match che ha tanti motivi di interesse, oltre che per la classifica che per entrambe al momento appare un po’ deficitaria.

– Gerardo Lobosco –

Annunci

Calcio.Il Valdiano con una prova di carattere pareggia e frena la corsa della capolista Audax Cervinara

Il Valdiano con una prova di grande coraggio e determinazione frena la corsa della capolista Audax Cervinara costretta ad accontentarsi di un sofferto pareggio 1-1. Un punto per provare a scalare la classifica.

In una giornata dal clima invernale i ragazzi di Salvatore Nastri, per niente intimoriti al cospetto di una corazzata come la formazione irpina, hanno mostrato gli artigli e hanno fatto dire al tecnico Pasquale Iuliano e al bomber Diego Zerillo, autore della rete iniziale con la quale l’Audax Cervinara si era portata in vantaggio, che la classifica degli azulgrana è bugiarda. E a dire il vero le considerazioni di Iuliano e Zerillo non sono molto distanti dalla realtà.

La squadra azulgrana della presidente Barbara Aumenta Sabia, infatti, finora ha raccolto meno di quanto avrebbe meritato e della cosa ne è convinto anche il timoniere Salvatore Nastri.

Dopo un approccio timido, – dichiara – ho visto i ragazzi determinati e capaci di offrire una reazione degna di tal nome e non dico eresie se affermo che con un grande secondo tempo avremmo meritato anche di vincere, ma aver conquistato un punto va bene lo stesso perché facciamo smuovere la classifica e ci dà la consapevolezza di poter giocare alla pari con chiunque”. Il punto conquistato da Coquin e company fa abbandonare l’ultimo posto che finisce appannaggio del San Vito Positano e consente al Valdiano di braccare da vicino Virtus Avellino e Scafatese a quota dieci e solo un punto più sopra un’altra coppia composta da Solofra e Palmese con il Faiano lontano tre punti.

Con una gara da recuperare in casa con l’Agropoli, la graduatoria assume un aspetto non proprio fosco, anzi. Per la cronaca l’Audax Cervinara è passata in vantaggio al 18’ del primo tempo con Zerillo, mentre nella ripresa dopo aver sfiorato in almeno tre limpide occasioni il pareggio questo è stato ottenuto al minuto 28 con una sassata di Peccheneda, subentrato a Corsaro. Da segnalare le ottime prove degli under Casella e Isoldi, oltre ai quattro giocatori di colore in particolare Joof, vero metronomo della zona mediana e del debuttante dal primo minuto Gibba oltre a Doukourè e a Coquin le cui prestazioni di buon livello non sono una novità. E con queste prospettive la squadra si appresta ad affrontare la trasferta sul campo della Palmese dell’ex tecnico Vincenzo Criscuolo.

– Gerardo Lobosco –

Calcio. Il Valdiano conquista un prezioso punto (1-1) sul campo del Faiano con un goal di Carfagno

Il Valdiano dopo lo stop forzato della scorsa giornata a causa dell’impraticabilità nella sfida con l’Agropoli che aveva fatto arrabbiare il trainer Salvatore Nastri, nella insidiosa trasferta di Pontecagnano sul campo del Faiano acciuffa proprio allo scadere un prezioso pareggio che serve a dare linfa ad una classifica asfittica.

Un pareggio soprattutto che dà morale ad un gruppo che pur non giocando male molto spesso è tornato a casa a mani vuote: cosa che si stava ripetendo anche nella trasferta picentina ma questa volta una rete di Carfagno, all’ultimo giro di lancette ha evitato la beffa. Carfagno con il suo centro ha finalizzato una bella combinazione che ha visto Coquin servire l’assist giusto al centrocampista salernitano il quale ha siglato la rete del definitivo 1-1.

Una marcatura che è stata accolta come liberatoria dalla panchina valdianese e da tutto il gruppo impegnato a risalire una classifica al momento non proprio brillante. La gara sostanzialmente equilibrata ha avuto un sussulto nella ripresa intorno alla mezz’ora quando Pellegrino su azione susseguente ad una battuta dalla bandierina ha superato Faggiano.

Una marcatura che poteva mandare in tilt i ragazzi di Nastri, i quali invece ci hanno creduto fino in fondo e sono stati premiati con il pareggio allo scadere. Da segnalare l’ottima prova dell’ultimo innesto Joof, il quale ha mostrato grande personalità nella gestione del centrocampo. Una nota positiva che lascia ben sperare per il prosieguo della stagione, anche se si sono evidenziate le solite lacune sugli esterni ma per intervenire bisogna attendere altre due settimane alla riapertura delle liste di trasferimento.

Ora in attesa del mercato e di conoscere anche quando ci sarà la gara di recupero con l’Agropoli gli azulgrana della presidente Barbara Aumenta Sabia si apprestano ad ospitare la capolista Audax Cervinara dei bomber Befi e Zerillo, quest’ultimo risultato decisivo nella sfida vinta con la Battipagliese all’ultimo respiro e ha regalato ai caudini il primato assoluto in classifica.

Insomma ad attendere il Valdiano un altro turno da far tremare i polsi, ma il punto ottenuto con il Faiano è una iniezione di fiducia significativa per la truppa di Nastri.

– Gerardo Lobosco –

Calcio, Valdiano-Agropoli rinviata per impraticabilità. Nastri:”C’erano le condizioni per giocare”

L’attesa sfida tra il Valdiano e l’Agropoli non ha avuto proprio inizio. A determinare la mancata disputa del match valido per la nona giornata del campionato di eccellenza è stata l’impraticabilità del campo o almeno così ha deciso l’arbitro Marin di Portogruaro, il quale dopo aver visionato con i due capitani le condizioni del Vertucci di Teggiano, ha deciso che non ci fossero i presupposti per dare inizio al confronto.

La decisione è stata contestata a lungo dai tifosi giunti nell’impianto teggianese ma soprattutto da parte del tecnico del Valdiano Salvatore Nastri, che ha evidenziato tutto il suo disappunto sulla scelta adottata dal fischietto veneziano.

Ritengo che abbia adottato una scelta inadeguata, – sostiene Nastri – in quanto guardando le condizioni del campo non era un provvedimento da prendere e rinviare il confronto. Del resto solo in un piccolo angolo del terreno non c’erano le condizioni ma poi su tutto il resto del campo si poteva giocare, tra l’altro non stava piovendo più, ma tant’è e ora dovremo recuperare. Eravamo arrivati carichi a questo appuntamento, peccato non aver potuto giocare”.

Tra i tifosi azulgrana, ma non solo, c’era attesa per il debutto dell’ultimo arrivato, il centrocampista gambiano Omar Saikou Joof, il quale era stato inserito nell’undici iniziale, ma anche per lui debutto rinviato. Domenica 11 ci sarà la gara a Pontecagnano contro il Faiano che ha impattato 2-2 con la Battipagliese, mentre la gara con l’Agropoli molto probabilmente si giocherà mercoledì 14 novembre.

– Gerardo Lobosco –

Calcio. Il Valdiano piazza il colpo di mercato con l’arrivo del centrocampista Omar Joof Saikou

Il Valdiano, anche alla luce di una classifica molto deficitaria dopo otto giornate che colloca gli azulgrana della presidente Barbara Aumenta Sabia al terzultimo posto dell’eccellenza, ha spinto i dirigenti a rinforzare l’organico.

Il campanello d’allarme era scattato già da qualche settimana e senza attendere la riapertura del mercato prevista per inizio dicembre, i responsabili dell’area tecnica, di concerto con il tecnico Salvatore Nastri, hanno pigiato il piede sull’acceleratore per trovare l’intesa dopo qualche settimana di corteggiamento con il centrocampista gambiano Omar Joof Saikou, 21 anni, scuola Benevento, ma con un passato in serie D nelle fila di Turris e Manfredonia.

Una scelta necessaria per rendere il reparto mediano apparso troppo leggerino in queste prime otto uscite e il nuovo innesto quasi certamente lo vedremo esordire già domenica quando al Vertucci arriva la corazzata Agropoli, reduce dal pari ottenuto nel recupero con il Faiano. Un risultato che ha frenato la rincorsa dei delfini alla vetta della classifica. Il turno infrasettimanale ha portato anche delle scorie per la squadra di Gianluca Esposito, che dovrà fare a meno di Giura, espulso nel match con i picentini.

Sarà una gara di fondamentale importanza per entrambe ma soprattutto per il Valdiano che è atteso da un tour de force che l’opporrà alle big del girone. L’arrivo del forte centrocampista Omar Joof Saikou potrebbe dare una mano per iniziare la risalita. Il fischio d’inizio con l’Agropoli di domani è previsto per le ore 14.30.

– Gerardo Lobosco –

Gaetano Petrizzo, 14enne di Buonabitacolo, si laurea campione d’Italia di Karate Tradizionale

Ancora un risultato prestigioso per un giovane atleta del Vallo di Diano impegnato nelle arti marziali. Questa volta a guadagnarsi il trono più alto del podio nell’ambito dei campionati Italiani di Karate Tradizionale J.K.A. (Japan Karate Association), la più prestigiosa Federazione di Karate Tradizionale presente in 200 paesi al mondo, è stato Gaetano Petrizzo.

Presso il Palamadiba di Modena ad imporsi nella sua categoria è stato il 14enne di Buonabitacolo, il quale si è sbaragliato dell’agguerrita concorrenza fino al trionfo finale che lo ha fatto laureare Campione d’Italia di Kumite, inoltre il giovanissimo karateka si è piazzato al 3° posto nella specialità Kata.

Ad accompagnarlo in questa impresa c’era il suo Maestro, Giuseppe Giardullo, cintura nera di 4 Dan, il quale da anni insegna la disciplina nel Cilento e nel Vallo di Diano, con la sua scuola, l’asd Heracles, che nel corso delle stagioni di Karate Tradizionale è divenuta una vera e propria fucina per tanti campioncini in erba. L’ultimo in ordine di tempo il giovane atleta di Buonabitacolo.

Particolarmente soddisfatto per il risultato conseguito da Gaetano Petrizzo, il Maestro Giardullo che, dopo gli ottimi risultati conseguiti dal suo allievo, ha detto: “Si riescono a raggiungere risultati importanti in quanto nel Karate tradizionale si lavora sulla costruzione della personalità dell’atleta, facendo emergere il proprio potenziale come nel caso di Gaetano Petrizzo che si è imposto in modo autorevole“.

Il neo campione d’Italia, particolarmente emozionato, si è lasciato immortalare con le due medaglie conquistate ed ha ringraziato il Maestro e quanti lo hanno seguito e sostenuto in questa splendida esperienza del Campionato Italiano.

– Gerardo Lobosco –

Calcio. La capolista San Tommaso vince di misura sul Valdiano, goal dell’ex Trimarco

Il Valdiano non riesce a dare continuità al buon risultato ottenuto nella scorsa giornata con il Sant’Agnello ed incappa in un nuovo passo falso.

Stavolta i ragazzi del tecnico Salvatore Nastri hanno dovuto cedere il passo alla capolista San Tommaso che si è imposta 2-1. Le tre segnature sono giunte tutte nella prima frazione. A punire gli azulgrana della presidente Barbara Aumenta Sabia, è stato l’ex di turno Trimarco il quale con una marcatura intorno alla mezz’ora ed un’altra al 42’ ha fatto incanalare la sfida a favore della formazione irpina.

La rete nel primo minuto di recupero siglata da Coquin sul calcio di rigore ha riaperto le speranze per Faggiano e soci, ma tali sono rimaste, in quanto il San Tommaso è riuscito a condurre a casa altri tre punti importanti che la fanno rimanere in testa alla classifica anche se le principali concorrenti come Agropoli (due gare in meno) e Audax Cervinara (una in meno) devono recuperare.

I delfini, prossimi avversari del Valdiano, mercoledì scendono in campo a Pontecagnano nel primo recupero con il Faiano. Invece per il Valdiano un altro stop che frena la risalita e purtroppo neanche il calendario sembra dare una mano in quanto deve giocare nelle prossime tre giornate con Agropoli prima, poi Faiano in trasferta e Cervinara ancora al Vertucci. Come dire un tour de force da far tremare i polsi.

Alla luce di quanto visto finora in questo scorcio iniziale della stagione e con una classifica molto deficitaria è necessario correre ai ripari e correggere gli errori ed apportare nuovi innesti tra difesa e centrocampo, reparti al momento più lacunosi. Il campanello d’allarme è scattato, ora spetta ai responsabili dell’area tecnica intervenire ed apportare i giusti correttivi per cercare di conservare la prestigiosa categoria.

– Gerardo Lobosco –